Comune di Santi Cosma e Damiano
 

Canali d'accesso. Menu Canali d'accesso terminato.
Scorcio del centro storico


Sei in: Home » il comune » Polizia municipale » Patente a punti e la loro decurtazione
Sei in: Home » il comune » Polizia municipale » Patente a punti e la loro decurtazione

Il Comune

Polizia municipale

Patente a punti e la loro decurtazione

Cos'è

  • La patente a punti prevede che ogni patente di guida riceva una dotazione iniziale di 20 punti; per ogni infrazione a norme di comportamento stradale sarà sottratto un previsto punteggio.
    La decurtazione di punti riguarda, quasi tutte le infrazioni "dinamiche" (velocità, cinture, semaforo rosso ecc.), ed anche alcune "statiche" come: sosta nella zona riservata alla fermata degli autobus urbani, dei taxi o nelle zone riservate alla sosta degli invalidi.

Cos'è utile sapere

  • La Patente a punti è un nuovo istituto introdotto nel codice della strada dal 30 giugno 2003 per rispondere alla necessità di tutelare con più incisività la sicurezza stradale, andando ad integrare il sistema delle sanzioni pecuniarie ed accessorie.

    La decurtazione dei punti avviene solamente per le violazioni commesse alla guida di veicoli per i quali è prescritta la titolarità di patente, es.: il passaggio con il semaforo rosso (decurtazione prevista punti 6), se effettuato in bicicletta da parte di persona titolare di patente di guida non comporta alcuna perdita di punti (ma solo il pagamento della sanzione pecuniaria).

    La decurtazione dei punti è applicata alla patente del conducente responsabile della violazione; qualora non risulti possibile identificare il conducente, la decurtazione sarà applicata alla patente del proprietario del veicolo salvo che lo stesso comunichi entro 30 giorni dalla notifica del verbale i dati personali e della patente dell'autore della violazione.
    Per le patenti conseguite successivamente all'1/10/2003 da soggetti che non siano già titolari di altra patente "B" o superiore, i punti per ogni singola violazione sono raddoppiati qualora le infrazioni siano commesse entro i primi tre anni dal conseguimento.

    I punti sono decurtati anche ai cittadini stranieri titolari di patenti di guida del loro paese; per i titolari di patente di guida straniera rilasciata da uno stato ove non vige il sistema della patente a punti che commettono infrazioni sul territorio italiano, è istituita una banca dati alimentata dalle segnalazioni dei Comandi di Polizia.
    Al soggetto che abbia perso venti punti nell'arco di un anno è inibita la guida sul territorio italiano per due anni. Quando la decurtazione totale dei punti sia stata raggiunta nell'arco di due anni, l'inibizione alla guida è per un anno.
    Ove il totale di venti punti sia raggiunto in un periodo compreso fra due e tre anni, l'inibizione alla guida è limitata a 6 mesi.

    Non si possono decurtare più di 15 punti per volta anche se vengono accertate violazioni la cui somma è superiore. Tale condizione non è tuttavia applicabile qualora tra le violazioni accertate almeno una comporti la sanzione accessoria della sospensione o della revoca della patente.
    La dote iniziale di 20 punti sarà reintegrata se per un periodo di due anni non sono state commesse infrazioni per cui è prevista la decurtazione di punti.
    Il legislatore ha individuato circa 80 violazioni cui applicare la decurtazione dei punti, che vanno da un minimo di 1 ad un massimo di 10.

    Elenco di alcune violazioni più ricorrenti:
    Punti 1
    Art. 152 - Omettere l’utilizzo dei fari fuori del centro abitato
    Art. 169 - Trasportare irregolarmente persone o animali sui veicoli
    Punti 2
    Art. 142 - Superare di oltre 10 km/h ma non di oltre 40 km/h i limiti di velocità
    Art. 146 - Non rispettare la segnaletica (orizzontale, luminosa e degli agenti)
    Art. 154 - Svoltare o immettersi nel traffico in modo irregolare
    Art. 158 - Sostare sulle corsie dei mezzi pubblici o nei spazi di autobus, taxi e invalidi
    Art. 162 - Scendere dal veicolo senza giubbotto o bretelle retroriflettenti fuori dal centro abitato ed in caso di scarsa visibilità (norma in vigore dal 1° gennaio 2004)Art. 177 - Non dare precedenza ai veicoli di soccorso
    Art. 189 - Omettere di fornire i propri dati alla controparte in caso di incidente stradale
    Punti 3
    Art. 148 - Sorpassare senza rispettare le condizioni di sicurezza
    Art. 149 - Non osservare la distanza di sicurezza
    Art. 149 - Tamponare causando danni lievi ai veicoli o alle persone
    Art. 153 - Abbagliare i conducenti che precedono o provengono dal senso opposto
    Art. 192 - Non arrestarsi all’alt degli agenti di polizia o rifiutare l’esibizione dei documenti.
    Punti 4
    Art. 189 - Darsi alla fuga in caso di incidente con danni lievi alle cose
    Art. 189 - Darsi alla fuga in caso di incidente senza danni alle persone
    Punti 5
    Art. 141 - Tenere una velocità irregolare o pericolosa
    Art. 145 - Omettere la precedenza (**)
    Art. 148 - Sorpassare creando pericoloso al veicolo sorpassato (**)
    Art. 149 - Tamponare causando danni gravi ai veicoli
    Art. 171 - Guidare motoveicoli senza usare il casco
    Art. 171 - Trasportare su motoveicoli minorenni senza casco
    Art. 172 - Guidare senza fare uso delle cinture (**)
    Art. 172 - Trasportare minorenni che non fanno uso delle cinture o dei seggiolini (**)Art. 173 - Usare un telefonino privo di viva voce o di auricolare
    Art. 173 - Non usare le lenti durante la guida
    Art. 191 - Non rispettare le norme poste a tutela dei pedoniPUNTI 6
    Art. 145 - Omettere di dare la dovuta precedenza
    Art. 146 - Passare con semaforo giallo o rosso (**)
    Art. 146 - Passare nonostante il divieto dell’agente che regola il traffico (**)
    Punti 8
    Art. 149 - Tamponare causando lesioni gravi alle persone
    Punti 10
    Art. 142 - Superare di oltre 40 km/h i limiti di velocità (*)
    Art. 186 - Guidare in stato di ebbrezza o rifiutare di sottoporsi alla prova (*)
    Art. 187 - Guidare sotto l’effetto di stupefacenti o rifiutare di sottoporsi alla prova (*)Art. 189 - Fuggire in caso di incidente con danni gravi alle cose o alle persone (*)

    Alcune violazioni, oltre alla perdita dei punti, comportano anche la sospensione della patente, per alcune violazioni è applicata immediatamente, per altre alla seconda violazione commessa nel periodo di due anni.
    Nella tabella queste ipotesi sono evidenziate rispettivamente con (*) e con (**).

Requisiti

  • Essere titolari di patente di guida.

Come fare

  • In caso di perdita del punteggio iniziale si è oggetti alla revisione della patente di guida, occorre rifare l'esame di guida (teorico e pratico).
    A chi non si presenta la patente è sospesa a tempo indeterminato.

    Per recuperare i punti perduti si possono frequentare dei corsi organizzati da parte di soggetti privati (autoscuole) o pubblici che permettono di riottenere 6 punti, elevati a 9 per i titolari di patenti professionali (autocarri, bus, taxi ecc.)

    Informazioni sul proprio punteggio si possono avere dalla Polizia Locale o telefonando al numero 848 782 782, il servizio è attivo dal lunedì al venerdì in orario d'ufficio con operatore e 24 ore su 24 con voce elettronica.

    Per conoscere il “saldo” punti sarà sufficiente seguire le istruzioni indicate dal messaggio vocale: digitare sulla tastiera del telefono la vostra data di nascita (es. 12/11/1953), il numero del documento di guida (solo il numero senza lettere), tasto cancelletto. Seguirà un messaggio registrato con il punteggio assegnato alla patente n. xxxxxx è pari a xx punti….”. Questo servizio è stato attivato dal Ministero delle Infrastrutture al costo di una telefonata urbana.

In quanto tempo

  • Se il titolare di patente con almeno 20 punti non commette per due anni infrazioni con perdita di punteggio riceve un credito di 2 punti fino a sommare un massimo di 30 punti complessivi (20+10).

Quanto costa

  • La mancata comunicazione dei dati del conducente (qualora sia impossibile identificarlo dopo la violazione) comporta anche una sanzione amministrativa di € 343,35 oltre che la decurtazione dei punti a carico della patente del proprietario del veicolo.

A chi rivolgersi

  • Polizia municipale - Polizia stradale
    Largo Savoia n.1 - 04020 , Santi Cosma e Damiano (LT)
    Responsabile:
    Maresciallo Capo Domenico D'Adamo
    Telefono:
    0771.609352
    Note:
    0771.609352

Orario settimanale

Mattino
Pomeriggio
  • lunedi'
    8.30 - 10.00
    12.30 -14.00
  • martedi'
    -
    -
  • mercoledi'
    8.30 - 10.00
    12.30 -14.00
  • giovedi'
    -
    -
  • venerdi'
    8.30 - 10.00
    12.30 -14.00
  • sabato
    8.30 - 10.00
    12.30 -14.00

Fine dei contenuti della pagina

Sito ufficiale del Comune di Santi Cosma e Damiano

Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.

Via Enrico De Nicola, 5 - 04020 Santi Cosma e Damiano (LT)
Tel. 0771-60781 - Fax 0771-608856
C.F.: 81003550597

Realizzazione ImpresaInsieme S.r.l. Proxime S.r.l.